Mask 2 Barolo Castles Foundation Magliano

Castello di Magliano Alfieri

Mask 2
Scopri
Mask

Il castello di Magliano Alfieri si distingue per l’imponenza delle linee, severe e insieme aggraziate, proprie del barocco piemontese più maturo.

Proprietà della famiglia Alfieri dal 1240, l’attuale Residenza fu fatta costruire, sul luogo della fortezza medievale, dal conte Catalano Alfieri nel corso del Seicento. L’edificio, ultimato dal figlio, il conte Carlo Emanuele, si distingue per l’imponenza delle linee, severe e insieme aggraziate, proprie del barocco piemontese più maturo.

L’edificio ospita il Museo di Arti e Tradizioni Popolari Antonio Adriano, dedicato a documentare la tradizione dei soffitti in gesso, singolare fenomeno decorativo largamente diffuso nelle case contadine del Roero, Astigiano, Monferrato e Ovadese dal XVII al XIX sec. Il museo ne racconta la particolare tecnica costruttiva ed espone numerosi pannelli e frammenti di soffitti in gesso provenienti da varie abitazioni, caratterizzati da motivi decorativi naturalistici e astratti, più o meno raffinati a seconda del tipo di abitazione dalla quale sono stati recuperati.

Castello di Magliano affresco
Castello di Magliano dettaglio interno stanza
Castello di Magliano facciata

Dal 2015 il castello di Magliano Alfieri accoglie anche il Teatro del paesaggio delle Colline di Langa e Roero.

Il percorso di visita si articola in varie sale tematiche e rappresenta un prezioso strumento per interpretare e capire il peculiare paesaggio collinare che caratterizza questi territori e che nel 2014 è divenuto Patrimonio dell’Umanità. Numerosi filmati raccontano le storie, le tradizioni, il lavoro e la vita quotidiana di generazioni di contadini che hanno costruito, e ci hanno affidato, un patrimonio unico ed inimitabile. Accanto alle postazioni audiovisive sono esposti gli attrezzi del lavoro agricolo e domestico, testimonianza del duro lavoro che ha plasmato queste colline. 

Sul lato est del castello sorge ed è visitabile la cappella gentilizia della famiglia Alfieri. Ricordata come oratorio della Santa Sindone, è ricca di affreschi ed è un gioiello in stile barocchetto.

Quattro castelli con un unico biglietto

€ 24,00 Il biglietto cumulativo può essere acquistato presso le rispettive biglietterie.

Quattro castelli. Tre musei. Una collezione internazionale di etichette. Infinite emozioni.

I castelli di Barolo con il Wi.Mu. Museo del Vino a Barolo e il Wi.La. Wine Labels Collection, di Magliano Alfieri con il Museo dei soffitti in gesso e Il Teatro del Paesaggio, di Serralunga d’Alba e di Roddi sono visitabili con un biglietto integrato a prezzo speciale.

Il biglietto è utilizzabile anche in date diverse, purché entro il 31 dicembre dell’anno di acquisto.

Verificare i rispettivi periodi di apertura delle strutture.

Biglietti e info

€ 24,00 Il biglietto cumulativo può essere acquistato presso le rispettive biglietterie.